ARCHIVE
 
COSTA, L’ARTISTA DI CAPUT LUCIS 2006
 

Le innumerevoli opere create da Franco Costa, rispecchiano la sua vivace personalità e gioia di vivere. I quadri, le stampe e le sculture; esprimono attraverso una armonia di colori brillanti, di spazzi, di linee e forme sinuose, la sua energia creativa ed il suo ottimismo. Si è guadagnato un seguito mondiale per la sua arte internazionale, che varia da paesaggi naturali, fiori, paesaggi marini, la vela, il tennis, lo sci, l’equitazione, le gare automobilistiche; ed oggi i colori per il Campionato Mondiale dei Fuochi d’Artificio d’Autore, in programma dal 2 al 6 agosto 2006 in Italia a Valmontone (Roma).

Nato a Roma, Costa consegue gli studi classici presso i Gesuiti al liceo Massimo di Roma, e studia armonia e violino per quindici anni alla Accademia Romana di Santa Cecilia. Studia lingua e letteratura francese a Ginevra, architettura a Zurigo e frequenta l’Ecole Des Artes et Metiers a Parigi. La sua arte è stata influenzata particolarmente da incontri con Matisse, Nicolas de Stael, Le Courbisier, Federico Fellini e Picasso.

Ha viaggiato molto attraverso il globo per trarre ispirazione per la sua arte, la quale - dice lui - riflette “la Fratellanza dell’umanità”. Costa aggiunge: “le opere in precedenza da me create ed in occasione di Caput Lucis 2006 realizzate appositamente, hanno come comune denominatore la Pace.
Quando il Primo Ministro israeliano Rabin mi commissionò – in occasione della ricorrenza dell’Olocausto – una opera che desiderava donare a Papa Giovanni Paolo II, mi entusiasmò questo progetto che avrebbe potuto ricondurre verso la Pace ed aiutare a risolvere quanto più possibile le problematiche del popolo palestinese ed esraeliano, in perenne conflitto”.

Nel 1996 Franco Costa collabora con la Fao – Nazioni Unite – e crea diverse opere per il progetto “Food For All”. Non a caso anche nel 2006, Caput Lucis è una manifestazione dedicata ad un tema sociale particolarmente sentito e prescelto: la Pace, con la Fao che patrocina la manifestazione.
Nel 1998 esce in Germania il libro biografico “Arte Vita”. Tra i molteplici progetti di Costa è partito anche “2000 bambini per l’anno 2000”: iniziativa attraverso la quale – con l’uso dell’arte – si sensibilizzano i bambini più fortunati, riguardo la condizione difficile di altri giovani bisognosi di aiuto. Coinvolgendoli ad agire concretamente per aiutarli.

Oggi il poliedrico artista Franco Costa vive a Genzano di Roma trascorre molti mesi dell’anno anche in Germania.

Scritto da Maurizio Ayò